Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Paese senza forze dell’ordine: da oggi un carabiniere in Comune per le denunce dei cittadini

Dopo San Giacomo degli Schiavoni anche Portocannone – un altro dei Comuni senza carabinieri né Vigili urbani – attiva il servizio sperimentale che prevede la presenza di un militare due giorni a settimana in Municipio per segnalazioni e denunce. Il sindaco Giuseppe Caporicci ha sottoscritto una convenzione grazie alla disponibilità del generale Sirimarco, del maggiore Ficuciello e del maresciallo D’Amico. I cittadini non saranno più costretti a rivolgersi a Termoli o a Campomarino, a meno che non debbano procedere a esposti particolarmente complessi.

Più informazioni su

Così come San Giacomo degli Schiavoni, anche Portocannone è da un bel pezzo “a secco” di forze dell’ordine. Non ci sono carabinieri, manca la stazione. Non ci sono nemmeno i vigili urbani. Un bel problema: anche se la pattuglia dell’Arma di Campomarino inserisce Portocannone nel “giro” abituale di controllo, e anche se la stazione dell’Arma si trova a una distanza di pochi chilometri, essendo i due paesi limitrofi, i cittadini ogni volta che devono fare una segnalazione o una denuncia devono arrivare a Campomarino oppure alla Compagnia di Termoli.

Ma, come già accaduto nei mesi scorsi anche per San Giacomo, ora – e precisamente da oggi 9 marzo – parte un servizio sperimentale che prevede la presenza in Comune di un carabiniere due giorni a settimana.

Il sindaco Giuseppe Caporicci ha sottoscritto una convenzione con l’Arma dei carabinieri, incontrando «piena disponibilità» da parte dei vertici territoriali, dal generale Sirimarco della Legione Abruzzo e Molise, del maggiore di Termoli Fabio Ficuciello e del maresciallo di Campomarino Arturo D’Amico. Il martedì dalle 15 alle 16 e il giovedì dalle 11 alle 12 un militare “prestato” a Portocannone sarà in Comune per ascoltare i cittadini e raccogliere eventuali denunce. Solo in caso di esposti o segnalazioni particolarmente complessi i residenti dovranno comunque rivolgersi alla stazione o alla Compagnia, mentre per le questioni più semplici basterà andare a bussare all’ufficio municipale dove il carabiniere presterà servizio due giorni a settimana

Un piccolo passo in avanti sul fronte sicurezza, che è sempre meglio di niente anche se limitato a due ore settimanali. L’iniziativa ha incontrato il favore della comunità, che spera come al servizio – per ora sperimentale – si possa aggiungere gradualmente un controllo maggiore del territorio, soprattutto per arginare il fenomeno dei furti che a Portocannone, in deciso aumento come d’altronde in tutti i Comuni del Basso Molise.

Più informazioni su