Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Vetri e sporcizia tra scuole e palazzi storici: la palestra di via Milano come terra di nessuno

Da ex impianto sportivo a location di bivacchi notturni: denunce e segnalazioni dei residenti non hanno cambiato la situazione e così la palestra di via Milano continua a essere il peggior biglietto da visita del centro.

Più informazioni su

Ci risiamo. Non è la prima volta che vengono accesi i riflettori sulle condizioni disastrose in cui versa la palestra di via Milano. O forse, a questo punto, sarebbe meglio dire ex palestra. L’impianto, dopo aver ospitato per anni le attività delle scuole e delle associazioni sportive, ora è diventato location di bivacchi notturni. Bottiglie di birra e vino in confezioni di cartone sono l’ultimo ‘regalo’ lasciato non si sa da chi in mezzo a cumuli di sporcizia, escrementi umani e muri imbrattati dai vandali.
Non solo. C’è anche chi, tra i residenti, giura di aver visto anche qualche tossicodipendente aggirarsi in quegli angoli privi di illuminazione e di sistemi di controllo. Insomma, una sorta di terra di nessuno.
Chi abita nel quartiere da anni denuncia agli organi competenti e alla stampa l’abbandono della palestra di via Milano. Ma poi nessuno è intervenuto, nemmeno per dare una ripulita, nonostante siamo al centro della città: a poche centinaia di metri dall’edificio ci sono il mercato coperto (non a caso inserito dal Comune nel progetto di recupero delle periferie promosso dall’ex governo Renzi), l’Università della Terza età e alcune sedi istituzionali, come la Provincia e la Gil, sede dell’Assessorato alla Cultura della Regione Molise e location di importanti mostre di livello internazionale come quella di questi giorni dedicata a Picasso. Quell’impianto fatiscente non è proprio un bel biglietto da visita. Anzi, è piuttosto una ‘cartolina’ indecente al centro della città.
E soprattutto vicino alla palestra di via Milano ci sono le scuole: tantissimi alunni della primaria ‘Enrico d’Ovidio’ passano ogni giorno vicino a quel luogo così degradato rischiando pure di farsi male con i vetri delle bottiglie. E i timori dei genitori aumentano.
Alcuni mesi fa, dopo l’ennesima denuncia sull’abbandono dell’impianto sportivo, il sindaco di Campobasso Antonio Battista annunciò un intervento di ristrutturazione e messa in sicurezza. Il bando è stato pubblicato sul sito della Provincia, titolare dell’immobile, a settembre 2016. Sono passati cinque mesi e non ci sono ancora novità.
Certo, non sarebbe male se poi i cittadini facessero anche la loro parte e mostrassero maggiore senso civico evitando di trasformare quella palestra in una discarica. Soprattutto i giovani che la sera si fanno un bicchiere in più.

Più informazioni su