Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Gestiva lo spaccio di eroina in città: arrestato 24enne. Era il ras del quartiere Fontana Vecchia

Una lunga indagine di polizia partita quasi due anni fa ha portato all’arresto di Domenico Caruso considerato dalla Questura di Campobasso uno dei principali rifornitori di eroina e cocaina del capoluogo. Tra i suoi clienti c’erano anche diversi ragazzi che a loro volta spacciavano la sua ’roba’ per ottenere qualche dose gratis. Nel corso dell’operazione sono stati sequestrati piccoli quantitativi di stupefacenti. Oltre all’esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare in cella sono stati denunciati anche altri quattro soggetti tra i 22 e i 46 anni

Più informazioni su

Chi aveva bisogno di rifornirsi di eroina e cocaina sapeva a chi rivolgersi: Domenico Caruso, 24 anni di Campobasso, a Fontana Vecchia era considerato il ras del quartiere. Secondo le risultanze di una lunga indagine di polizia partita nel 2015 il ragazzo, nonostante la giovane età, era già a capo di una fitta rete dello spaccio.
Nel capoluogo era lui a rifornire i tossicodipendenti: lo faceva sotto casa sua, in zona via Di Zinno, ma anche negli abituali luoghi di ritrovo dei giovani come villa dei Cannoni. Alcuni dei suoi clienti venivano utilizzati come corrieri, i cambio ottenevano qualche dose gratis.

A dare esecuzione all’ordinanza cautelare in carcere di C.D. (emessa dal gip Teresina Pepe) sono stati gli agenti di via Tiberio lunedì 6 febbraio. Tutto ha avuto inizio nel settembre del 2015 quando il sostituto procuratore Nicola D’Angelo ha dato indicazioni ai poliziotti di seguire un ristretto gruppo di giovani spacciatori particolarmente attivi nella cessione di eroina e cocaina.
Tra questi c’erano diversi soggetti già noti alle forze dell’ordine ma c’erano anche diverse nuove leve. La rete, coordinata dall’arrestato, si riforniva nel napoletano, poi tutto veniva smistato sulla piazza locale. A farsi beccare dai poliziotti coi tubetti di ’roba’ non è stato il ras ma i suoi clienti-dipendenti successivamente denunciati. Si tratta di C.F. classe 1977, G.M. classe 1971, T.S. classe 1992 e S.V. classe 1995.

Più informazioni su