Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Passamontagna, coltello e fucile: rapina in sala giochi, un ferito. Indagini con i filmati

La rapina a mano armata attorno alle 19 di oggi alla Planet Win di via IV novembre. I due sono entrati e hanno minacciato i due commessi presenti all’interno del locale, dove si effettuano scommesse sportive, e alcuni clienti. Usato un coltello per incutere terrore e farsi consegnare l’incasso, che ammonta a circa duemila euro secondo le prime stime. Presi anche portafogli di due clienti. Uno dei due aveva anche un fucile, col quale è stato colpito in volto un dipendente di 34 anni, per fortuna non grave. Sul posto, in via Duca degli Abruzzi, all’incrocio con via Oliviero, il 118 per i primi soccorsi e i carabinieri della Compagnia di Termoli, che hanno raccolto le testimonianze e preso i filmati che stanno visionando.

Più informazioni su

Rapina a mano armata alle ore 19 di oggi 18 gennaio nella sala scommesse sportive di via IV novembre. Due persone, secondo la prima ricostruzione, sono entrate nel locale, la Planet Win, con un passamontagna sul volto.

Una volta arrivati alle casse, hanno sfoderato un coltello e un fucile, con il quale hanno colpito al volto un dipendente, un giovane di 34 anni. Quindi, sotto la minaccia della lama e dell’arma, si sono fatti consegnare l’incasso del giorno, circa duemila euro, paralizzando anche alcuni clienti che erano all’interno e derubandoli dei portafogli che contenevano contante e carte di credito.
Poi sono fuggiti, dileguandosi all’incrocio tra via IV Novembre e via Oliviero. Una fuga a piedi, anche se non è chiaro se ad aspettarli poco distante ci fosse un’auto di un complice.

Sul posto il 118, con i soccorsi. Il personale sanitario ha medicato il dipendente ferito dal calcio di un fucile, come è emerso dalla visione dei filmati girati dalle telecamere a circuito interno. Una ferita lieve, che non ha richiesto le cure ospedaliere e il trasporto in Pronto soccorso.

I carabinieri della Compagnia di Termoli, arrivati nella sala giochi coordinati dal Luogotenente Giuseppe Nestola, comandante del Nucleo Operativo, hanno avviato le indagini per rintracciare i colpevoli e mettere insieme tutti gli elementi del caso. Dopo aver raccolto le primissime testimonianze dei dipendenti che in quel momento si trovavano all’interno, hanno prelevato i filmati della telecamere di sorveglianza, che stanno visionando mentre in caserma prosegue l’ascolto dei testimoni, dipendenti e clienti della Planet Win.

Nel giugno 2013 una rapina era stata messa a segno nella sala giochi poco distante, lo Strike. In quel caso era stato usato un fucile a canne mozze e i responsabili sono stati arrestati, individuati grazie ai filmati delle telecamere.

Più informazioni su