Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Torna la neve ma strade libere. Resta l’insidia ghiaccio: ecco le scuole chiuse martedì

L’ondata di maltempo è tornata a farsi sentire con una nuova «sciabolata artica» che ha portato neve e freddo anche se con accumuli inferiori rispetto alla scorsa settimana, fino a trenta centimetri a Montefalcone. Piani di intervento attivi in tutti i Comuni per fronteggiare eventuali emergenze ma non si segnalano particolari disagi in attesa di capire come evolverà il quadro meteo. Alcune scuole resteranno chiuse o ci sarà la sospensione delle attività didattiche anche domani, martedì 17 gennaio. Ecco l’elenco aggiornato degli istituti.

Più informazioni su

Neve e ancora neve. L’ondata di maltempo, dopo aver concesso una tregua di qualche giorno, è tornata a interessare tutto il Molise. Fiocchi soprattutto nelle zone più interne ma fino a ora la situazione sembra sotto controllo rispetto agli accumuli che si sono verificati nella prima «sciabolata artica». Tant’è che ci sono Comuni come Larino o Rotello dove, nonostante la nevicata di ieri sera, le scuole sono rimaste aperte. I sindaci hanno aspettato la mattinata e, dopo i sopralluoghi, hanno optato per l’ok alle lezioni. Una decisione attesa, nel centro frentano, dove tanti studenti arrivano anche da centri limitrofi in cui gli istituti sono rimasti chiusi oppure i primi cittadini hanno disposto la sospensione delle attività didattiche. L’insidia si chiama ghiaccio, in particolare se le temperature resteranno sotto lo zero. Anche nel pomeriggio le nevicate non sono mancate, seppure di media o bassa intensità.

A Montefalcone del Sannio si sono «posati» circa trenta centimetri di neve ma anche a Castelmauro ancora dei rovesci a carattere nevoso. Una decina di centimetri in meno a San Felice del Molise considerando le zone più interne e quelle a ridosso dell’Abruzzo dove le precipitazioni hanno continuato a imbiancare. Neve anche nell’area di Casacalenda, Morrone e Ripabottoni e nell’hinterland di Santa Croce di Magliano e Colletorto.

Le strade principali sono percorribili e si raccomanda sempre l’utilizzo di pneumatici invernali e di portare le catene a bordo. Nei giorni scorsi la neve si era quasi del tutto sciolta e questo ha evitato ulteriori accumuli lungo i collegamenti. Basse temperature ma il vento non ha ammucchiato la neve nei punti più a rischio aspettando l’evolversi della situazione. Anche nel capoluogo altre precipitazioni tanto che oltre alle scuole pure l’università ha sospeso le lezioni in tutte le sedi, Termoli compresa. I Vigili del Fuoco non hanno segnalato particolari interventi di soccorso nel territorio della Provincia di Campobasso. Piani neve attivi e sono in corso dei sopralluoghi anche nei villaggi provvisori costruiti dopo il sisma e ancora abitati dove persone sole potrebbero avere bisogno di aiuto.

Anche domani ci saranno dei Comuni dove non si farà lezione tra i banchi. Ecco l’elenco – in continuo aggiornamento – degli istituti che rimarranno chiusi o ci sarà la sospensione delle attività didattiche anche nella giornata di martedì 17 gennaio: Mafalda, Guardiaregia, Sepino, Frosolone, Tavenna, Montefalcone, Castelmauro.
(foto: Giovanni Aloia – Colletorto)

Più informazioni su