Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Tutti pazzi per la neve, ma il vero obiettivo è scattare la foto da centinaia di like

Il paesaggio fiabesco, con alberi e giardini innevati, spinge grandi e piccoli e mettere il naso fuori casa malgrado le temperature quasi sottozero. Ma a una condizione: che si abbia lo smartphone a portata di mano per scattare l’immagine che finirà, inevitabilmente, sui social e conquisterà il maggior numero di "mi piace". E’ la neve 2.0, da condividere e affidare al tam-tam di facebook.

Più informazioni su

Uscire con la neve? Sì grazie, ma a una condizione: che si abbia uno smartphone ultima generazione capace di catturare con abbondanza di definizione ed effetti speciali il paesaggio fiabesco nel quale è stato trasformato dalla neve il “solito posto”, quello di tutti i giorni che nessuno si sognerebbe mai di immortalare quando la temperatura esterna è accettabile, figurarsi nell’era glaciale.

Uno smartphone, dunque, oppure – nei casi di maggiore professionalità- una GoPro capace di attivare dirette pressoché perfette su Facebook, il gigantesco contenitore social dove finiscono le immagini in bianco.
Sì, perché la neve che piace tanto ai bambini adesso piace anche ai giovani e agli adulti soprattutto per gli “effetti da condivisione”.
E così in una giornata come quella di martedì 10 gennaio – caratterizzata da temperature vicine allo zero o addirittura sottozero – le persone sono uscite e hanno trascorso un bel po’ di tempo all’aperto. Ovviamente attrezzatissime: cappelli di pelliccia che nemmeno nel Nord Dakota, scarponi o doposci, calzamaglia di lana sotto i pantaloni e giubbotti idrorepellenti. Ma in tasca e in mano il telefonino, perché la sfida è scattare l’immagine che, una volta finita su Facebook, strapperà il maggior numero di “mi piace” tra gli amici e darà fiato ai commenti più numerosi ed entusiastici.

Paesaggi nordici, alberi e giardini innevati, ritratti senza tregua dai telefonini più sofisticati e scaraventati quasi in real time (dopo qualche correzione di luce ed effetto speciale) su Facebook: è come un gioco, senza sconfitti ma certamente con i suoi bravi vincitori. A Termoli, dove oggi la coltre bianca ha trasformato i luoghi simbolo della città in cartoline, il fenomeno è stato particolarmente consistente. Ma anche nei centri limitrofi la gara è stata accesa e combattuta. Parole d’ordine: like e condivisione. Il fotografo? Una professione in via di estinzione…

Più informazioni su