Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Salvi 40 mila precari pubblici “ma noi del Centro per l’impiego discriminati, che beffa”

Nessuna proroga per i 25 precari in servizio nel Centro per l’impiego della provincia di Campobasso: "Dopo aver lavorato mesi senza contratto per non interrompere il servizio siamo stati tagliati fuori dal decreto Milleproproghe che ha salvato 40mila precari in Italia compresi quelli di Isernia". Gli ex lavoratori di piazza Molise si appellano al presidente Battista e al senatore Ruta: "Cosa farete per noi adesso?"

Più informazioni su

Il sindaco e presidente della Provincia di Campobasso, Antonio Battista e il senatore del Pd, Roberto Ruta sono l’ultima speranza per i 25 precari del Centro per l’impiego di piazza Molise rimasti a casa nonostante il decreto Mille proroghe abbia già salvato 40 mila precari della pubblica amministrazione. Compresi quelli della Provincia di Isernia.
Si sentono discriminati i lavoratori del capoluogo dopo il loro “annus horribilis” fatto di speranze e promesse non mantenute. Ma si sentono soprattutto beffati dal provvedimento approvato dal Consiglio dei Ministri lo scorso 29 dicembre per andare incontro a chi, per anni, ha lavorato, rinnovo contrattuale dopo rinnovo, nella pubblica amministrazione come loro che a differenza di questo esercito di 40 mila persone è rimasto ai margini.
«Purtroppo – scrivono i precari dei Centri per l’impiego della provincia di Campobasso – mentre nelle varie amministrazioni provinciali e città metropolitane d’Italia, inclusa la provincia di Isernia, vengono adottati atti per garantire le proroghe ai lavoratori a tempo determinato e collaboratori coordinati e continuativi, impiegati presso i Centri per l’Impiego, gli stessi dirigenti della Provincia di Campobasso, che per “competenza e professionalità” risultano essere tra i più pagati d’Italia, non riescono a trovare alcuna soluzione alla vertenza dei 25 lavoratori a tempo determinato se non impedimenti. Siamo gli stessi lavoratori che, nel silenzio e nell’impunità di tutti i preposti al controllo e alla gestione del buon andamento in termini di trasparenza e legalità della Pubblica Amministrazione, abbiamo continuato a prestare la nostra attività lavorativa per mesi in assenza di contratto e oggi anziché parlare di proroga discutiamo di contenziosi».

Il 30 dicembre scorso l’onorevole Ruta ha tracciato un bilancio della sua attività parlamentare e ricordato anche il decreto salva precari: «Come intende utilizzare questa grande opportunità per contribuire alla risoluzione della vertenza dei venticinque precari della Provincia di Campobasso?» si domandano i 25 precari del capoluogo?
«La stessa domanda la rivolgiamo al presidente della Provincia di Campobasso Antonio Battista: come intende risolvere la vertenza dei 25 precari dei Centri per l’Impiego?». In attesa di risposte che stentano ad arrivare, resta tutta l’amarezza per il danno e per la beffa subita.

Più informazioni su