Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

La richiesta di lavoro arriva dal cielo: messaggio nel palloncino “per i miei figli laureati”

Singolare scoperta quella fatta dal dottore Roberto Regnoli e dalla sua “compagnia” specializzata nella ricerca di messaggi in bottiglia. Questa volta il messaggio arriva dal cielo e approda sulla spiaggia di Lesina, al confine tra Molise e Puglia. “Si tratta della richiesta di un padre di far lavorare i suoi due figli laureati” spiega il cacciatore di messaggi, che in 8 anni ha trovato sulle spiagge invase da rifiuti del mare circa 500 messaggi in bottiglia, diventando un caso internazionale.

Più informazioni su

Un padre che chiede lavoro per i suoi due figli laureati. Una richiesta talmente comune e frequente, di questi periodi, da non destare nessunissima sorpresa. Tranne per un particolare: è arrivata dal cielo. Trovata in un palloncino che dopo aver solcato l’orizzonte è “atterrato”, ormai sgonfio e incapace di restare in alto, sulla spiaggia di Marina di Lesina, al confine tra Molise e Puglia. Proprio lì ieri il dottore Roberto Regnoli, instancabile cercatore di messaggi portati dal mare, l’ha pescato dalle montagne di rifiuti di ogni genere che le correnti marine scaricano tra Punta Penna, a Vasto, e il promontorio del Gargano.

Un tratto di costa che da molti anni il medico, ex primario del reparto di ortopedia del San Timoteo ora in pensione, batte in compagnia dei suoi cani e degli amici innamorati del mare rovistando tra le infinite sorprese che le onde depositano sull’arenile. In otto anni la ‘mission’ di Regnoli ha permesso di ritrovare circa 500 messaggi affidati al mare da persone di tutte le età e tutte le razze. Amore, amicizia, dichiarazioni, ironia, imprevedibilità, perfino qualche fattura stregonesca: in quelle bottiglie scoperte tra cumuli di rifiuti e “riesumate” dalla pazienza di Regnoli e del fidato compagno di avventure Piero Di Ioia ci sono pezzi di vita e di storia che s’intrecciano in una delle più incredibili collezioni mai assemblate, che ha fatto – e sta facendo – il giro del mondo attraverso il web.

Il palloncino che Regnoli, Di Ioia e Fortunato Saracino, ultimo arrivato del gruppo di scopritori della spiaggia, ha trovato ieri, racconta invece il bisogno di lavoro. La preoccupazione di un padre per i suoi figli, che dopo essersi laureati si ritrovano “a spasso”. «Anche questo è un modo di chiedere aiuto» scherza Regnoli, che ha un nuovo pezzo per la sua raccolta. Un pezzo speciale, arrivato da cielo e finito sulla spiaggia delle meraviglie.

Più informazioni su