Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Polo di Selvapiana, il ’pacco’ del Patto per il Molise: spariti 4 mln

Più informazioni su

Quattro milioni di euro ‘spariti’, nemmeno fosse passato un mago con la sua bacchetta. E invece è realtà. «I finanziamenti per la Cittadella dell’Economia non ci sono più», ha scandito oggi – 18 giugno – in Consiglio comunale il sindaco di Campobasso Antonio Battista rispondendo alla mozione presentata dal Movimento 5 Stelle. Eppure il corposo finanziamento per la struttura di contrada Selvapiana, costata fiori di quattrini e poi abbandonata, era stato previsto all’interno del Patto per il Molise firmato dall’ex premier Matteo Renzi e dall’allora governatore Paolo di Laura Frattura nel luglio del 2016.
Due anni più tardi la brutta sorpresa sul gigantesco immobile che fino a poco tempo fa ospitava uffici e ora è solo in parte utilizzato dalla Sea per custodire i bidoncini per la raccolta differenziata porta a porta avviata negli ultimi mesi in città.

«Sin dall’inizio della mia amministrazione, ho dichiarato che non avrei stanziato risorse per una struttura che non viene utilizzata. E resterà tale se non si trova una mission condivisa e una intesa con le altre istituzioni (come la Camera di commercio o la Regione Molise)», ha aggiunto il primo cittadino. «Il rischio è che si commettano gli stessi errori del passato, ossia che vengano fatti investimenti corposi senza che poi ci sia alcuna attività all’interno della struttura. O che addirittura questa venga presa di mira dai vandali».

Sollecitato da Gravina (M5S) e Pilone (Coalizione civica) sui 4 milioni stanziati nel Patto per il Molise e dallo sfumato ‘affaire’ con la Telecom che avrebbe voluto aprire un call center in città, Battista ha precisato che «i finanziamenti non ci sono» e in secondo luogo che «nel sopralluogo fatto con i privati per il call center, mi è stato detto che la struttura non interessava più perché era troppo lontana dal centro cittadino». Infine la punzecchiatura al veleno contro Pilone: «Ho dei testimoni che possono confermarlo. Se qualcuno sostiene il contrario, mi tutelerò in ogni sede opportuna».

Più informazioni su