Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Carta d’identità elettronica, entro 31 agosto coperto tutto il Molise

Più informazioni su

L’Istituto poligrafico e Zecca dello stato annuncia che il piano di dispiegamento della Carta d’identità elettronica (giunto alla fase quattro) entro il 31 agosto, arriverà a coprire il 100% della popolazione. Dunque tra il 18 ed il 30 giugno, l’Istituto installerà le postazioni nei Comuni di Longano, Miranda, Ripalimosani, Sant’Angelo Limosano, Sesto Campano, Sant’Elena Sannita, Monteroduni, Pesche; abilitandoli ad emettere il nuovo documento d’identità elettronico. È ovvio però che ogni Comune avvierà le pratiche di emissione della nuova carta d’identità elettronica nei tempi e nei modi ritenuti opportuni. Pertanto, i cittadini potranno fare riferimento alle informazioni fornite dal proprio Comune. Con il nuovo documento l’identità dei cittadini italiani è al sicuro da qualsiasi falsificazione e clonazione. Questa attesta l’identità del titolare in maniera sicura ed in linea con gli standard internazionali, sostituendo il modello cartaceo del documento, tra i più contraffatti in Europa. È, allo stesso tempo, un documento di identificazione fisica che consente di comprovare in modo certo l’identità del portatore e uno strumento di identificazione digitale che assicura i massimi livelli di sicurezza nell’accesso da parte del titolare ai servizi erogati in rete. Può essere pertanto considerata una piattaforma di identificazione unica, in grado di assicurare una maggiore efficacia e rapidità nei controlli del territorio e delle frontiere e di fornire un mezzo di accesso sicuro ad aree fisiche (ad esempio luoghi sensibili come aeroporti, stazioni, porti, stadi o mezzi di trasporto) e a servizi erogati in rete da soggetti pubblici e privati.Una vera e propria rivoluzione a garanzia della sicurezza del cittadino, già dalle procedure di rilascio, durante le quali oltre alle tradizionali informazioni personali del titolare, vengono acquisiti per poi essere memorizzati nel microchip del documento anche i suoi dati biometrici: le immagini del volto e di due impronte digitali

Più informazioni su