Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

33 anni di gioie e dolori, buon compleanno allo stadio di Selvapiana

Più informazioni su

Trentatrè anni esatti: tanti ne sono trascorsi dall’inaugurazione del nuovo stadio di contrada Selvapiana, il ’Nuovo Romagnoli’ come è stato ribattezzato per differenziarlo da quello che si trova in centro città. Apertura a ’cinque stelle’: quel 13 febbraio del 1985 l’impianto ha ospitato la partita di Coppa Italia tra il Campobasso, che allora militava in serie B, e la Juventus. Un pomeriggio magico, indimenticabile per gli oltre 30mila molisani (sì, avete letto bene) che hanno assistito al match, hanno visto da vicino Platinì e soprattutto gioito al gol di Ugolotti. La partita è finita 1-0 per i rossoblù, come ricordano in tanti.

Trentatrè anni dopo, tralasciando le vicende prettamente calcistiche, lo stadio sembra il fratello ’sfortunato’ di quello costruito dall’impresa di Costantino Rozzi. Dovrebbe essere nel fiore dell’età, come sarebbe normale a 33 anni. E invece cade quasi a pezzi: da qualche settimana sono finalmente iniziati i lavori programmati dal Comune di Campobasso e previsti dal 2011 con gli 800mila euro stanziati dall’allora governo regionale.
Tuttavia il terreno di gioco è in condizioni disastrose: fango e qualche filo d’erba. Ecco perchè domenica scorsa, dopo il derby, la società rossoblù con il co-presidente Danilo Leone ha rilanciato l’appello al Comune di Campobasso. «Bisogna firmare la convenzione per la gestione dello stadio, in questo modo potremmo rifare il terreno da gioco, al limite potremmo realizzare il manto in erba sintetica», ha sottolineato il dirigente.

La convenzione con palazzo San Giorgio non è stata ancora messa nero su bianco e dunque sottoscritta. «La manutenzione attualmente spetta alla società perchè giocano lì, in attesa di una convenzione che deve essere sottoscritta. Ci siamo impegnati a farlo – le parole del primo cittadino di Campobasso Antonio Battista – e ho trovato la disponibilità della società». Ma sui tempi di firma dell’accordo non c’è certezza, quasi sicuramente se ne parlerà alla fine del campionato.

Più informazioni su