Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Uil scuola, Fratangelo: “Contratto rinnovato, più tutele ai docenti”

Più informazioni su

Concluso positivamente il confronto, è stata siglata nella mattinata di venerdì 9 febbraio all’Agenzia per la Rappresentanza Negoziale delle Pubbliche Amministrazioni l’ipotesi di accordo per il rinnovo del contratto del comparto istruzione e ricerca.

«Fatto non assolutamente scontato per la complessità determinata dall’ampiezza di un settore formato da più di un milione di lavoratori e dal ruolo strategico che le sue sezioni, scuola università ricerca e alta formazione musicale artistica e coreutica, rivestono per lo sviluppo del paese, e che certamente meritano ancora impegni per la valorizzazione – spiega Nicolino Fratangelo, segretario regionale Uil Scuola – Sottolineo con soddisfazione l’importanza del traguardo raggiunto nonostante specificità e differenze di ciascuno degli ex comparti. Le difficoltà sono state superate avendo a riferimento l’esigenza di mettere nelle tasche dei lavoratori la maggiore quota possibile di risorse economiche dopo dieci anni di blocco.Il contratto rispetta i principi dell’accordo del 30 novembre 2016 e ristabilisce gli equilibri tra contrattazione e leggi, recuperando garanzie che interventi legislativi unilaterali avevano cancellato.

Ripristina concrete relazioni sindacali e rinvia il nodo delle sanzioni disciplinari per i docenti, esposti ai rischi di contrazione della libertà di insegnamento, ad una successiva sequenza contrattuale. Il contratto segna una svolta significativa sul terreno delle relazioni sindacali, riportando alla contrattazione materie importanti come la formazione e le risorse destinate alla valorizzazione professionale. Rafforzati tutti i livelli di contrattazione, a partire dai luoghi di lavoro. E’ prevalsa la logica della coerenza con le garanzie e tutele previgenti.

Per quanto riguarda il personale docente della scuola si e’ ottenuto di rinviare a una specifica sequenza contrattuale la definizione del codice disciplinare con l’obiettivo di una piena garanzia di tutela della liberta’ di insegnamento.

Riportando alla contrattazione le risorse finalizzate alla valorizzazione professionale, ripristinando la titolarita’ di scuola, assumendo in modo esplicito un’identità di scuola come comunità educante si rafforza un modello che ne valorizza fortemente la dimensione partecipativa e la collegialità.L’impegno della Uil ha consentito di modificare parti importanti del contratto e porre le basi per la prossima triennalità», ha concluso.

Più informazioni su