Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Candidati e problemi, Frattura e Fanelli all’esame del circolo Pd

Più informazioni su

Paolo Frattura e Micaela Fanelli a confronto ieri, 19 gennaio, con il circolo del Partito Democratico di Guglionesi, uno dei più “resistenti” rispetto a determinate indicazioni circa le elezioni politiche e soprattutto le regionali in relazione alle candidature.

Si è discusso, in una sala abbastanza popolata, con la mediazione del segretario da poco eletto Biagio Merandi, anche di nomi, a cominciare da quello del sindaco uscente, tradizionalmente espressione di liste civiche vicine al centrodestra, Leo Antonacci.

Non è più un segreto infatti che il primo cittadino intenda correre per la regione in una delle liste a sostegno del governatore Paolo Frattura, verosimilmente ricandidato per un secondo mandato. Una decisione che fa storcere il naso a più di un elettore e tesserato del PD di Guglionesi, tanto che la questione è stata sottoposta con chiarezza al presidente, il quale ha replicato sostenendo che gli amministratori hanno fornito disponibilità a candidarsi indipendentemente dalle estrazioni politiche in quanto «hanno evidentemente apprezzato la collaborazione che c’è stata» e hanno ritenuto opportuno mettersi in gioco «a sostegno di una coalizione che ha lavorato nell’interesse della Pubblica Amministrazione al di là anche delle appartenenze partitiche».

Sarebbe proprio il caso di Antonacci, uno dei nomi più gettonati per la lista cosiddetta degli amministratori, nella quale dovrebbero confluire – fra gli altri nomi – anche l’assessore termolese Ferrazzano e il sindaco di Montenero di Bisaccia Nicola Travaglini.

Qualche momento più caldo durante la riunione anche quando è stata portata all’attenzione di Frattura e della segretaria Micaela Fanelli la pecca della comunicazione che negli ultimi anni non sarebbe stata sufficientemente e adeguatamente all’altezza del lavoro fatto, creando una serie di buchi neri e ambiguità nel lavoro del governo regionale rispetto soprattutto a quello che è il rapporto con le Federazioni e circoli del Partito Democratico.

Un rimprovero che chiaramente ha coinvolto direttamente la segretaria Fanelli, la quale ha spiegato le difficoltà incontrate nel percorso di raccordo con gli organismi periferici e ha garantito, forte anche delle riunioni che si stanno susseguendo sul territorio regionale, una maggiore presenza e un confronto più intenso.

Una riunione alla quale hanno partecipato anche malpancisti storici del Partito Democratico a guida renziana come l’ex sindaco di Guglionesi Cloridano Bellocchio, che i ben informati vorrebbero regista di una lista trasversale per le amministrative di maggio, quando saranno rinnovati gli organismi comunali.

Più informazioni su