Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Rinuncia all’indennità, M5S tira le somme: risparmi per 500mila euro

Più informazioni su

Più di 500mila euro: il Movimento 5 Stelle tira le somme a pochi mesi dalla scadenza della legislatura. Da quando è iniziato il loro mandato in Consiglio regionale, Antonio Federico e Patrizia Manzo hanno rinunciato ad una parte dell’indennità. Esattamente, a 529.543, 36 euro. Un ottimo esempio per la politica molisana.
«Come succede da inizio legislatura e come vi avevamo annunciato al momento di entrare nelle istituzioni – fanno sapere dal Movimento – i nostri portavoce si stanno tagliando lo stipendio regolarmente ogni mese: la normalità in un Paese davvero civile, ma una rivoluzione del concetto stesso di ‘politico’, in una Italia alle prese con partiti che continuano a tenersi stretti vitalizi e privilegi vari. Il MoVimento 5 Stelle, invece, va per la sua strada anche in Molise e, ne siamo certi, la strada è quella giusta».
Qualsiasi cittadino potrà controllare a quanti soldi rinunciano i due consiglieri regionali e come questi soldi vengono utilizzati semplicemente visitando il portale www.tirendiconto.it, nella sezione dedicata alle Regioni.
«In Molise degli oltre 500 mila euro accantonati finora – fanno il punto i pentastellati – 154 mila 834 euro sono stati ‘rinunciati a monte’, cioè sono soldi (leggasi privilegi) ai quali i nostri portavoce rinunciano del tutto. Altri 248 mila euro sono andati al fondo per il Microcredito regionale, un fondo ancora attivo, grazie al quale sono nate e possono ancora nascere tante nuove attività imprenditoriali. Diecimila euro sono andati invece alla raccolta fondi HelpCivita a sostegno della comunità di Civitacampomarano colpita mesi fa da un enorme fronte franoso, una situazione emergenziale ancora intatta nonostante i proclami della Regione come ha denunciato solo qualche giorno fa il sindaco di Civita, Paolo Emanuele. Altri 6.500 euro circa, poi, sono stati devoluti alle popolazioni colpite lo scorso anno dal sisma del Centro Italia».
Restano ancora oltre 110 mila euro da ‘investire’. Una scelta che sarà presa con i cittadini. «Stiamo raccogliendo proposte o progetti da finanziare con le donazioni delle restanti eccedenze dei portavoce, fondi che possono trovare realizzazione attraverso un finanziamento diretto oppure possono servire per finanziare provvedimenti o leggi regionali. Dopo la raccolta delle idee sulla nostra piattaforma di condivisione Rousseau – riferiscono ancora da M5S – si terrà la votazione per scegliere il o i progetti da finanziare». Per dare il proprio contributo c’è tempo fino alle ore 23.59 di sabato prossimo 11 novembre.

Più informazioni su