Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

“Bottiglie e mazze contro tifosi rossoblu”: 9 ultras nei guai

Più informazioni su

Sono nove i tifosi abruzzesi denunciati dalla Polizia dopo i tafferugli avvenuti al termine del match del 1 ottobre tra il Campobasso e il Francavilla. Nei loro confronti potrebbe essere presto disposto anche il daspo e dunque il divieto di accesso ai luoghi in cui si svolgono manifestazioni sportive: alcuni di loro infatti sono recidivi, essendo già stati interessati da analoghi provvedimenti.

Gli agenti sono risaliti a loro dopo una decina di giorni di indagini serrate e dopo aver ascoltato anche alcuni supporters rossoblù negli uffici di via Tiberio. Gli ultras del Francavilla, di età compresa tra i 19 e i 48 anni e già noti alle forze dell’ordine, sono considerati responsabili di aver «lanciato materiale pericoloso e di aver utilizzato mazze nei confronti dei tifosi del Campobasso», riferiscono dalla Questura.
Tutto è successo all’uscita dall’impianto di contrada Selvapiana quando alcuni ultras abruzzesi, a bordo di tre pullmini, hanno iniziato a lanciare alcune bottiglie e altri oggetti contundenti nei confronti dei tifosi campobassani.A riportare la peggio un ragazzo del capoluogo, ferito al volto. Non solo: in base alla ricostruzione della Digos che ha svolto le indagini e ascoltato alcune testimonianze, i supporters del Francavilla Calcio hanno danneggiato un’auto parcheggiata nella zona utilizzando le aste delle bandiere. I tafferugli, secondo le risultanze della Polizia, sarebbero potuti degenerare dal momento che gli abruzzesi hanno cercato il contatto fisico con i tifosi locali, scongiurato solo per l’intervento delle forze dell’ordine.
Un episodio di violenza, dunque, gravissimo. Ma i supporters rossoblu non possono tirare il classico sospiro di sollievo: la Digos sta continuando a indagare per accertare ulteriori ed eventuali responsabilità anche dei tifosi locali.

Più informazioni su