Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Brahms, Debussy e l’omaggio a Conte: presentata stagione dei concerti

Più informazioni su

Dal Barocco alla contemporaneità, oltre a prime esecuzioni assolute e presenza di giovani interpreti, vincitori di importanti concorsi internazionali e conosciuti a livello internazionale. C’è questo e molto altro nella quarantanovesima stagiione di concerti dell’associazione “Amici della musica” di Campobasso. In mattinata la presentazione della rassegna diretta da Andreina Di Girolamo la quale ha evidenziato la presenza di due giovanissimi musicisti, Federico Colli e Gloria Campaner, ai quali è affidata l’apertura e la chiusura della nuova stagione in programma tra il teatro Savoia e l’auditorium della fondazione Molise Cultura.

«Tra i nomi di spicco – ha rimarcato la direttrice artistica della manifestazione – grandi orchestre e solisti di chiara fama come la Mav, orchestra ungherese o la Sinfonica abruzzese che chiuderà il ciclo dedicato a Brahms. Suonerà, poi, la Nuova orchestra da camera Ferruccio Busoni che è una realtà italiana riconosciuta nel mondo. Una bella novità è il concerto dedicato a Nadia Boulanger, didatta e compositrice del ‘900, con l’EsTrio: un concerto tutto al femminile così come Voce e note di donne, storie (d’) amare e d’amore, proposto da Liliana Bernardi, al violino, Elena Matteucci, al pianoforte, e l’attrice Giusi Cataldo».

Altri appuntamento interessanti sono quelli de La Venexiana, che proporrà un concerto dedicato a Claudio Monteverdi e un matinée per le scuole; il concerto dei vincitori del “Premio Mario Capasso” «per dare la possibilità ai giovani talenti di esibirsi sullo stesso palcoscenico dei concertisti già affermati; il ritorno di Bruno Canino e l’omaggio alla musica di Paolo Conte con il Trio Debussy e i musicisti del compositore astigiano».
Ma c’è spazio anche per novità assolute come i Mother Moonlight , una serie di brani in prima esecuzione di Max Fuschetto, «che riesce a creare un perfetto punto di congiunzione tra classica moderna e musica popolare, tra musica etnica e avanguardia, tra Oriente e Occidente. Andante affettuoso, con Giuseppe Ettorre, primo contrabbasso del Teatro alla Scala accompagnato al pianoforte da Rosanna Carnevale che, con un lavoro di paziente ricerca, ha “tirato fuori” da biblioteche, fondi privati e vecchie librerie musicali le composizioni di Giuseppe Marangoni oggetto del concerto».
L’associazione quest’anno ha voluto dare spazio anche a eventi formativi come la master class di Marco Grisanti e quella di Giuseppe Ettorre indirizzato agli studenti di contrabbasso del conservatorio Lorenzo Perosi. Infine, per gli “Incontri con l’interprete”, i pianisti Giuliano Mazzoccante e Gloria Campaner, incontreranno gli studenti del liceo musicale “Galanti”.
Il primo appuntamento della rassegna è per sabato 14 ottobre al Savoia dove alle 18 e 30 si esibirà Federico Colli al pianoforte.

Più informazioni su