Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Il debutto dei ‘sovranisti’: la Fusco aderisce, in sala anche Iorio

Più informazioni su

Il Movimento Nazionale per la sovranità ha visto la luce anche in Molise. Nella mattinata del 21 marzo a Campobasso,all’Hotel San Giorgio, sono intervenuti i leader nazionali del neonato partito di destra, il presidente Francesco Storace e il segretario Gianni Alemanno. Oltre naturalmente ai vertici regionali, il commissario Carlo Perrellae il componente dell’ufficio politico nazionale, Giovancarmine Mancini. Al debutto nel capoluogo, è arrivata anche l’ufficiale adesione del consigliere regionale Angelo Fusco Perrella, alla quale la sala (presenti circa un’ottantina di persone) riserva la standing ovation. E ha destato non poca curiosità e interesse la presenza in platea dell’ex presidente della Regione, Michele Iorio, esponente di ‘Direzione Italia’ di Raffaele Fitto, pronto a dialogare con i ‘sovranisti’. Tra gli esponenti molto vicini anche il presidente di ‘Idea’ ed ex consigliere comunale di Campobasso, Maurizio Tiberio. Oltre a diversi amministratori locali e membri dell’assemblea nazionale. Al tavolo dei lavori il vicesegretario nazionale, Roberto Menia, e il coordinatore della direzione nazionale, Giuseppe Scopelliti.
Tradizione, sguardo al futuro, valori nazionalisti e lotta all’immigrazione incontrollata. I temi più caldi sono stati questi, con l’ex sindaco di Roma che ha voluto rimarcare i temi di riferimento della destra storica: «Bisogna ripartire dalla famiglia, dalla dottrina sociale della chiesa, dall’identità nazionale. Per questo siamo contro l’invasione in atto per via di flussi migratori, un mercato vero e proprio. A questo proposito, tengo a dire che ‘Mafia capitale’ è di sinistra, e non deve essere questa la strada da seguire».
Il presidente Storace ha detto che «il consenso per noi in Molise c’è e si nota. Vogliamo riaffermare insieme a tutti voi un vento nuovo di centrodestra, e per questo ringrazio il presidente Iorio che è in sala. Vogliamo vincere questa battaglia convincendo le persone con una proposta politica credibile e chiara. Non so se ci presenteremo da soli, in coalizione, visto che non ancora è noto quale sarà la legge elettorale con la quale si voterà. Ma posso assicurarvi che noi saremo ovunque. Avere una portabandiera in Regione come Angelo Fusco Perrella per noi è un grande traguardo».

Più informazioni su