Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Picasso a Campobasso: inaugurata la mostra. “Un gran colpo”

Più informazioni su

A Campobasso arriva un grande evento: è denominato ‘L’intimità del genio’, con riferimento a Pablo Picasso, che sarà in mostra dal 20 dicembre fino al 17 aprile al Palazzo Gil. Un Picasso intimo, inedito: 200 opere, tra grafiche, incisioni e ceramiche, tutte provenienti da collezioni private. Insomma, diciamo pure che la nostra regione ospita l’esposizione più prestigiosa della sua storia. Nel pomeriggio il taglio del nastro, alla presenza del curatore Piernicola Maria Di Iorio, della presidente di Molise Cultura, Antonella Presutti e del presidente della Regione, Paolo Frattura. L’organizzazione è di Arthemisia Group.
Il percorso espositivo si divide in sette sezioni, in una scenografia molto suggestiva. Si va dalle 29 ceramiche (alle quali Picasso si è dedicato per un ventennio, ndr) alle incisioni: Le Tricorne (26 disegni per i costumi, 6 illustrazioni di particolari per il decoro), Carmen (38 incisioni raffiguranti volti di uomo e donna), La Celestine (66 tavole e 2 frontespizi), Le Cocu Magnifique (12 incisioni che illustrano la commedia), Balzac (8 litografie) e la litografia di Arlecchino.
Entusiasta Piernicola Di Iorio, il quale spiega che «si rappresentano l’intimità e i sentimenti più personali che hanno accompagnato la produzione artistica di Picasso. Le incisioni mostrano le evoluzioni dell’artista, le ceramiche sono un gesto autobiografico. E c’è la dimostrazione che era in grado di sfruttare le possibilità di qualsiasi mezzo con cui lavorare. In questa mostra vi è una successione ben definita di periodi in cui alcune tecniche incisorie predominanti hanno segnato profondamente la sua produzione».
«L’evento è stato possibile grazie al lavoro svolto di Molise Cultura che dà a tutti noi la possibilità di un contatto ravvicinato con l’immensità del maestro – afferma il governatore –. La stessa fondazione è riuscita a qualificare un contenitore che avevamo ereditato vuoto. E si prosegue un lavoro iniziato con l’esposizione delle opere di De Chirico, di Marotta. Devo sottolineare anche l’ottima sinergia esistente con l’Unimol».
La presidente Presutti ritiene che «grazie a questa mostra si apprezzano aspetti meno conosciuti di Picasso, fondamentali per la sua personalità. Possiamo dire che la nostra non è più una regione unicamente di emigrazione culturale, ma la cultura è uno degli elementi attrattivi per chi viene da fuori. Un evento creato anche e soprattutto per le scuole».

Più informazioni su