Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

TERMOLI IN FERMENTO PER LA PRIMA FESTA DELLA MATEMATICA

Più informazioni su

E’ stata presentata questa mattina, giovedì 28 aprile, la prima Festa della Matematica, evento organizzato a Termoli il 6 e il 7 maggio con l’intento di unire l’opportunità di crescita scientifica e didattica di alto livello per gli insegnanti del Molise e delle regioni limitrofe alla divulgazione intelligente e divertente rivolta all’intera cittadinanza. «La Festa della Matematica sarà innanzitutto un momento di formazione – ha spiegato il preside del Liceo Classico Antonio Franzese, che ha fortemente voluto la realizzazione di questo evento – avere insegnanti più preparati significa avere anche alunni più preparati. Questa Festa altro non è se non una sfida. Questa è infatti la prima volta che nel meridione si organizza una manifestazione di questo tipo. Il motivo per cui abbiamo deciso di organizzarla proprio qui? Perché Termoli è la nostra città ed è importante puntare alla valorizzazione della cultura». A illustrare i momenti salienti della Festa è stato Giorgio Bolondi, presidente della Commissione Italiana per l’Insegnamento della Matematica dell’Unione Matematica Italiana. «Partendo dal presupposto che la scuola la cambiano gli insegnanti – ha affermato – diventa a questo punto determinante la preparazione e la formazione degli stessi. Sono loro che determinano la qualità della scuola». Il tutto prende spunto dalla festa della Matematica organizzata nel comune di Castel San Pietro Terme e alla quale ogni anno partecipano oltre 1500 docenti. «E noi vorremmo fare anche qui qualcosa di simile – ha aggiunto il professor Bolondi – una sorta di convegno delocalizzato che dia a tutti la possibilità di formarsi. Nel mondo dell’industrializzazione culturale sono infatti due i fatti evidenti. Il primo è che il segmento scientifico, legato soprattutto agli eventi scientifici, è in crescita; il secondo è che in crescita è anche la divulgazione culturale associata a forme di divertimento intelligente». La Festa della Matematica sarà quindi strutturata in due parti: una di formazione, riservata a tutti gli insegnanti interessati, e una aperta a tutti e dedicata a giochi e laboratori. «Vogliamo dimostrare che Termoli è una città all’avanguardia per queste cose – ha aggiunto – ci saranno grandi postazioni di strategia per la mente e tante altre cose». Ad aprire la “due giorni” sarà, alle 15 del 6 maggio, il convegno organizzato nell’Auditorium del Consorzio Industriale Valbiferno. In questa occasione interverranno il professor Bruno D’Amore, che si collegherà in video durante la conferenza, Silvia Sbaragli (Supsi, Locarno) che parlerà di “Insegnare e apprendere la matematica”, Rosetta Zan (Università di Pisa) affronterà la questione inerente alle “difficoltà in matematica. Osservare, interpretare, intervenire”. Dopo una breve pausa, alle 17.40 la parola passerà a Istvàn Lénàrt (Eötvös Lorand University, Budapest) che parlerà di “Geometria della carta contro geometria dell’arancia”. “Lavorare sulle prove Invalsi in una rete di scuole” è invece il titolo dell’intervento di Stefania Cononeschi (Scuola-città Pestalozzi, Firenze). In serata, alle 21, si terrà al Teatro Lumière, il concerto/conferenza intitolato “La Geometria delle Variazioni Goldberg” durante il quale a esibirsi saranno il maestro Antonio Artese al pinoforte e il professor Giorgio Bolondi alla lavagna. Il 7 maggio sarà invece la volta dei laboratori riservati ai docenti e organizzati nell’Università degli studi del Molise. L’inizio è fissato alle 9. E alle 17 l’appuntamento è quello della “Matematica in piazza” (e si svolgerà a piazza Monumento). Qui, ci saranno sei grandi spazi dedicati ai giochi di strategia. In questa occasione interverrà anche Giorgio Dendi, trainer della squadra italiana di giochi matematici nelle gare internazionali. Alla presentazione della Festa della Matematica c’era anche il Sindaco Antonio Di Brino e il vicesindaco Enzo Ferrazzano. «Rendere la matematica una festa è una cosa ardua – ha commentato il primo cittadino – credo inoltre che mettere insieme il certamen internazionale di greco antico e la festa della matematica in una sola città fa sembrare Termoli come una sorta di Atene del Molise. E spero davvero che questo sia un punto di partenza per gli anni a venire». La manifestazione, organizzata e promossa dal Liceo Classico “Gennaro Perrotta”e dell’Associazione Incontri con la matematica di Castel San Pietro Terme e dalla Banca dell’Adriaco, gode anche del patrocinio del Ministero della Pubblica Istruzione, della Regione Molise, della Provincia di Campobasso, del Comune di Termoli, dell’Alma Mater Studiorum Università di Bologna e dell’Università degli studi del Molise. Sarà possibile iscriversi fino al prossimo 4 maggio (www.incontriconlamatematica.org) telefonando alla segreteria organizzativa 0875 82175 (mail info@liceoclassicoperrotta.it). Per informazioni si può visitare www.liceoclassicoperrotta.it.

Più informazioni su