Primonumero.it - Notizie da Termoli Campobasso Molise

Boom per Noemi, in cinquemila assaltano la piazza per l’evento

Si chiudono col botto, domenica 5 agosto, i festeggiamenti di San Basso. Migliaia di spettatori al concerto evento di Piazza del Papa, che ha visto l’artista alla ribalta con X Factor esibirsi gratuitamente sul palco, davanti a una folla di tutte le età. Città paralizzata, centinaia di auto arrivate dalla regione e da fuori, forze dell’ordine spiegate per la sicurezza pubblica. La rossa artista romana infiamma il pubblico con brani muiscali interpretati dalla sua voce particolare.

Più informazioni su

Noemi la rossa fa il miracolo e riempie Termoli di una folla arrivata da tutto il Molise e in parte anche da fuori regione per assistere al concerto della rossa artista romana. Un assalto vero a Piazza del Papa, teatro dell’evento – organizzato e finanziato dall’Amministrazione comunale a conclusione dei festeggiamenti per il patrono San Basso – che ha registrato domenica 5 agosto una presenza record di spettatori di tutte le età. Oltre cinquemila, secondo le stime delle forze dell’ordine spiegate in maniera massiccia.

Una scia di fumo bianco avvolge il palco, la chioma rossa spicca tra il nero della notte e il bianco del fumo, le dita scivolano sul pianoforte, e con il brano “Poi inventi il modo” Noemi apre la tappa termolese del suo tour 2012. Il pubblico, giunto in migliaia per vedere e ascoltare la cantante romana, la accoglie con un caloroso applauso e grida di entusiasmo. E lei, la ragazza nata nella capitale che ha ottenuto il successo nel 2009 con la partecipazione alla seconda edizione di X Factor, il talent show di Rai2, si inchina a ringraziare e saluta felice la gran folla che ha assiepato per una notte Piazza del papa, la notte che conclude i festeggiamenti di San Basso, patrono della città adriatica.
I brani del suo ultimo album, “RossoNoemi”, insieme a quelli della sua prima raccolta di testi, “Sulla mia pelle”, si susseguono uno dopo l’altro e i più affezionati, quelli che hanno occupato le prime file sotto al palco sin dalla prima serata, cantano con lei le canzoni. La sua voce, graffiante e potente, acuta e profonda, incanta anche coloro che non la conoscono da molto, cattura la loro attenzione e gli occhi dell’intera piazza sono rivolti per lei. Con la sua versatilità canora, Veronica Scopelliti, vero nome della cantante romana che ha scelto come nome d’arte quello che la mamma le avrebbe voluto dare alla nascita, riesce con abilità e senza difficoltà a passare dal soul al blues, al rythm and blues, passando per il rock e la musica d’autore. Impugna così la chitarra e intona il brano “Valerie” rendendo omaggio a Amy Winehouse, la cantante britannica rappresentante del mondo soul che aveva interpretato il brano dei The Zutons prima della sua prematura scomparsa. Una novità, quella del piano e della chitarra suonati direttamente dalla cantante accompagnata dalla sua band, che caratterizza il RossoNoemiTour iniziato dopo il festival di Sanremo e che la porterà in giro per l’Italia.

Passa poi alla musica d’autore e con un’atmosfera perfetta di complicità tra lei e il suo pubblico canta il brano di Franco Battiato “La cura”, «perché – confessa lei stessa dal palco – è per me il più bel testo mai scritto in musica». E quando poi l’intero pubblico riconosce dalle prime note “Sono solo parole”, il brano scritto da Fabrizio Moro con cui la trentenne cantante romana ha ottenuto il terzo posto al Festival di Sanremo 2012, la folla esplode: le luci dei telefoni creano l’atmosfera e la sua voce diventa un’unica grande voce con quella di tutti i presenti. Noemi ripercorre i suoi quattro anni di carriera riproponendo anche “Briciole”, il primo brano con cui si fa conoscere al panorama musicale italiano all’uscita del talent show che le fa ottenere anche il suo primo disco d’oro.

Il concerto continua, Noemi parla con il pubblico, scherza e torna al Sanremo del 2010, quando per la prima volta tra i big della musica italiana e nella più importante manifestazione canora della nazione, fa il suo debutto tra i grandi cantanti e cantautori e presenta la sua voce particolare e calda al pubblico italiano con il brano “Per tutta la vita”. Noemi torna al piano e con eleganza e maestria canta “L’amore si odia”, il brano con cui ha potuto duettare con Fiorella Mannoia, grande voce e forte personalità della musica italiana con cui ha anche ottenuto il disco multiplatino. Il ritmo di “Vuoto a perdere”, scritto da Vasco Rossi, il grande rocker della musica italiana, e Gaetano Curreri, cantante degli Stadio, e divenuto poi la colonna sonora del film “Maschi contro femmine” nel gennaio del 2011, accende la piazza che diventa un unico grande tappeto umano che canta a gran voce: ragazzi e ragazze, mamme e bambini, uomini e donne cantano con lei, applaudono a ritmo di musica e con entusiasmo omaggiano l’artista italiana. E prima di salutare definitivamente Termoli, Noemi ripropone “Sono solo parole” con cui abbraccia l’intera folla.

San Basso giunge al termine, il concerto di Noemi mette un sigillo forte alla più importante festa della città, quella più attesa e chiacchierata, la cantante romana dalla chioma rossa ha conquistato e divertito il pubblico, tutti tornano a casa con il sorriso sulle labbra, intonando ancora i brani appena ascoltati: quest’anno l’evento finale è davvero piaciuto a tutti.

Più informazioni su